Lo Studio Legale dell’ avvocato Alessandra Beltramo si trova in centro a Torino, in via Cavour n° 19,  offre la propria assistenza e consulenza legale attraverso: 

  • la gestione stragiudiziale e giudiziale delle controversie;
  • l’assistenza delle parti nella conciliazione, la mediazione e la transazione;
  • la redazione di contratti e scritture private per privati e società;
  • l’assistenza nelle cause di separazione, divorzio, affidamento dei figli minori, disconoscimento di paternità, ed ogni altro contenzioso riguardante la famiglia e il minore;
  • la prestazione di pareri professionali, verbali o scritti, nelle materie di competenza;
  • l’assistenza nel contenzioso, in ogni grado di giudizio, nelle procedure ordinarie, speciali o cautelari;
  • la difesa tecnica nel processo penale, per l’imputato e per la vittima di reato;
  • gratuito patrocinio per i non abbienti a spese dello Stato.

A tutela dei diritti e degli interessi dei non abbienti, l’avvocato Alessandra Beltramo è iscritta negli elenchi dei difensori abilitati al gratuito patrocinio a spese dello Stato.

L’istituto del patrocinio a spese dello Stato vale nell’ambito di un processo civile ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni consensuali, divorzi congiunti, ecc.). L’ammissione al gratuito patrocinio è valida per ogni grado del processo e per le procedure connesse. La stessa disciplina si applica anche nel processo amministrativo, contabile e tributario.

La domanda di gratuito patrocinio è preferibilmente redatta con l’aiuto del legale scelto, in quanto i requisiti per ottenere il Gratuito Patrocinio devono essere attentamente valutati per evitare il rigetto da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, presso il quale verrà depositata. In particolare, la valutazione del reddito del singolo richiedente il Gratuito Patrocinio o del nucleo familiare nel quale è inserito, deve essere effettuata con particolare rigore e presuppone la conoscenza della legge sul Gratuito Patrocinio e della giurisprudenza in materia.

Il Consiglio dell’Ordine, dopo il deposito della domanda, ne valuta la fondatezza, e se ricorrono le condizioni per l’ammissibilità al Gratuito Patrocinio, emette il provvedimento di accoglimento della domanda, entro circa 30 giorni, e trasmette copia del provvedimento all’interessato, al giudice competente e all’Ufficio delle Entrate, per la verifica dei redditi dichiarati.

Clicca QUI per saperne di più.

© Copyright 2016 - Studio Legale Avvocato Beltramo Alessandra | web: Housedada.com